giovedì 2 settembre 2021

QUESTIONS ABOUT SUMMER BOOKTAG

 Un riepilogo delle mie letture estive



Cari lettori,

per la nostra rubrica “Tag… a tema libri”, il primo booktag dopo la pausa estiva non poteva non riguardare le letture fatte a giugno, luglio ed agosto.

Ho trovato un questionario intitolato Questions about summer booktag sul blog della mia amica nella blogosfera e nella vita Francesca/Ariel (a questo link trovate il suo blog) ed ho pensato di proporvi una mia versione.


Sono stata un po’ indecisa sul fare o no un post di questo genere perché, ad eccezione dei romanzi che ho inserito nei preferiti del mese, non ho ancora recensito la maggior parte dei libri che ho letto durante l’estate, quindi non ci saranno sempre link a recensioni più dettagliate. 

Prendete questo post come una serie di anticipazioni… nel corso di settembre e/o dell’autunno arriveranno più informazioni!



Miglior romanzo letto nell’estate


La migliore ri-scoperta di quest’estate 2021 è stato il primo volume della trilogia di Valerio Massimo Manfredi Aléxandros, intitolato Il figlio del sogno.


Vi ho parlato dei miei romanzi preferiti di Manfredi in questo post. Avevo letto (e adorato) questa trilogia tra il 2008 e il 2009, quando non c’era nemmeno l’idea di questo blog. Negli ultimi mesi ho pensato sempre più spesso ad una rilettura più lenta e meditata, con un’altra età ed altre conoscenze sul mondo della lettura.


Rileggere il primo romanzo è stato come rituffarsi in un mondo meraviglioso che non avevo mai davvero dimenticato. Uno dei buoni propositi per i prossimi mesi è sicuramente affrontare la rilettura degli altri due volumi e preparare un post di riflessione.



Peggior romanzo letto nell’estate


Non boccio completamente nessun romanzo, ma Mille prime notti di Anja Massetani ed Alice Winchester mi ha lasciato delle grosse perplessità. Si tratta di un contemporary romance e la storia d’amore raccontata è piacevole, a tratti anche bella, ma poggia su presupposti, a mio parere, del tutto sbagliati.


Vorrei parlarvene meglio a metà mese in occasione della rubrica L’angolo vintage… quindi restate connessi!



Un bel romanzo letto a giugno


Cinquanta in blu è una raccolta di racconti pubblicata per il cinquantesimo anniversario della Sellerio. Ognuno degli amatissimi giallisti italiani che vi ha preso parte ha omaggiato, con il suo racconto, un altro volume della Casa Editrice.

Una raccolta che ho letto a poco a poco, sulla sdraio in giardino o durante i primissimi giorni di mare!


Link recensione



Un bel romanzo letto a luglio


Il morso della vipera è il primo romanzo di una nuova serie nata dalla penna di Alice Basso, già creatrice del personaggio della ghostwriter (e detective nel tempo libero) Vani Sarca. Questa volta la protagonista è Anita Bo, una ragazza che vive negli anni ‘30 a Torino e che, prima di iniziare la sua nuova vita come moglie del “buon partito” dei suoi sogni, decide di lavorare come dattilografa presso una casa editrice specializzata in gialli. Questo lavoro sembra solo una parentesi formativa, ma si rivelerà l’inizio di un (ironico, accidentato, imprevedibile) percorso per conoscere e comprendere la vera se stessa.


Link recensione



Un bel libro letto ad agosto


Borgo Sud di Donatella di Pietrantonio è la storia di un difficile ma solido rapporto di sorellanza, tra la voce narrante (della quale non si fa il nome), una professoressa universitaria seria ed introversa, ed Adriana, una donna dal carattere impulsivo che si è re-inventata mille volte. Entrambe vivono amori intensi ma non sempre facili: l’una con Piero, un dentista gentile ma un po’ ombroso, e l’altra con Rafael, un pescatore sempre nei guai. Borgo Sud è il paese abruzzese dove sono cresciute, che suscita in loro sentimenti contrastanti e ricordi intensi e dolorosi.


Link recensione



Un libro letto o terminato sotto l’ombrellone


Quasi per caso è un giallo storico di un autore di cui ormai ho letto molto: Giancarlo De Cataldo. Questo romanzo è il seguito di Nell’ombra e nella luce, è ambientato nella Roma dei moti mazziniani ed ha sempre per protagonisti il maggiore Emiliano Mercalli di Saint-Just, la fidanzata medico (ex attrice) Naide ed il loro stravagante amico Gualtiero.


Link recensione



Un libro che fa parte di una saga o di una serie


Nel corso del mese di luglio ho letto per la prima volta un’autrice self di cui molti hanno sicuramente sentito parlare: Estelle Hunt.


Mi sono dedicata ai due romanzi che compongono la serie “Roma”, ambientata nella città eterna: Per una notte e La notte del cuore.


Il mio giudizio nel complesso è positivo ma vorrei discutere con voi alcune tematiche legate soprattutto alla concezione della donna ed alla parità di genere nei romance.


La recensione, quindi, arriverà prestissimo!



Un colpo di fulmine estivo


Dopo aver letto l’anno scorso La chioma di Berenice (recensito qua) e questo inverno Mia cara Jane… (di cui vi parlo in questo post), ho aspettato decisamente troppo prima di leggere il terzo romanzo di Amalia Frontali che avevo sul Kindle: La gemma di Ceylon!


Quest’estate sono riuscita finalmente a recuperarlo e mi sono di nuovo persa nelle atmosfere create da Amalia Frontali, che sono sempre un po’ regency ed un po’ d’avventura. Dido, la protagonista, poco amata dalla famiglia d’origine, dovrà intraprendere un viaggio nell’odierno Sri Lanka, al tempo colonia inglese, e si ritroverà suo malgrado coinvolta in un’importante pagina della storia coloniale, tra guerra civile e lotte per l’indipendenza.


Spero proprio di potervene parlare presto!



Una lettura leggera


L’amore non si spiega di Katy Evans è una perfetta lettura da ombrellone: un contemporary romance ambientato a New York e la storia di una notte che si trasforma lentamente in amore.


Protagonisti sono Sara, un’aspirante ballerina che lavora alla reception del Four Seasons, e Ian, un produttore cinematografico che sta cercando di concludere una sofferta separazione ed ottenere il divorzio.


Anche di questo romanzo, se riesco, vorrei parlarvi ne L’angolo vintage di settembre!




Mi ha fatto piacere riepilogare con voi le letture estive, sia quelle poche che ho già recensito che quelle di cui parlerò tra fine estate e l’autunno. 

Quest’estate ho letto con piacere, ma soprattutto in spiaggia, sul balcone o in giardino, approfittando della bella stagione e della possibilità di stare all’aria aperta. Ho alternato la lettura alle nuotate, alle camminate, ad un po’ di vita sociale/familiare (finalmente!)… e questa modalità del genere “un po’ di tutto”, dopo tanti mesi in cui libri e PC sono stati l’unico possibile svago, mi ha fatto davvero bene.


Ora tocca a voi! Quali sono stati i romanzi che avete letto e apprezzato (oppure no) nel corso di questi mesi estivi?

Come sempre, sentitevi liberi di replicare questo TAG sul vostro blog, oppure di dirmi la vostra in forma più sintetica nei commenti.

Grazie per la lettura, al prossimo post :-)

13 commenti :

  1. Ciao Silvia, mi fa piacere che tu abbia riproposto il tag! Dei libri citati ho letto solo quello della Basso, e aspetterò i tuoi prossimi post per saperne di più sugli altri romanzi che hai letto! Io quest'estate mi sono dedicata soprattutto ai gialli, ma in realtà è stato un caso, perchè l'ordine delle mie letture dipende dalla disponibilità dei volumi in biblioteca ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fra!
      Eh sì, lo so che anche tu, come me, ordini spesso anche le novità in biblioteca... è comodo e conveniente!
      Secondo me, tra i romanzi che ho anticipato, ce ne potrebbe essere qualcuno che incontra i tuoi gusti :-)

      Elimina
  2. Attenderò di scoprire cosa non ti ha convinta di "Mille prime notti".
    Io quest'estate non ho nemmeno sfiorato un libro, perché ho lavorato ininterrottamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia!
      Ne "L'angolo vintage" di questo mese racconterò meglio "Mille prime notti"!
      Complimenti per l'impegno nel lavoro! Hai scritto oppure ti sei dedicata a qualcosa di nuovo?

      Elimina
  3. Il morso della vipera mi ispira molto

    RispondiElimina
  4. Alexandros l'avevo cominciato a leggere qualche anno fa ma poi l'ho abbandonato, forse dovrei riprovarci :)

    RispondiElimina
  5. Valerio massimo manfredi è in lista da tempo immemore :/ lo leggerò, prima o poi!!
    un libro da "colpo di fulmine" quest'estate è stato LA SPINTA, di Ashley Audrain, che ruota attorno al tema della genitorialità in modo misterioso e coinvolgente; sotto l'ombrellone ho letto libri per bambini perchè c'erano le mie nipotine che mi chiedevano di leggere ad alta voce per loro *_*
    Ad agosto, un libro molto bello è stato UOMINI DI POCA FEDE di Nickolas Butler.

    Hai avuto letture di diverso genere..., bello!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela!
      Beh, anche i libri per bambini possono essere una bella lettura... per gli adulti :-)
      Non conosco, invece, né "Uomini di poca fede" né "La spinta".
      Se ti capiterà, fammi sapere che ne pensi di Manfredi!

      Elimina
  6. i tuoi tag mi piacciono sempre molto

    RispondiElimina