lunedì 4 dicembre 2017

CHRISTMAS COUNTDOWN 2017 #1: SANTA CLAUS BOOK TAG



... mancano 3 settimane a Natale!



Cari lettori,
il mese di dicembre è appena iniziato e quest’anno ho preparato per voi un progetto dal titolo “Christmas countdown 2017”.



Questo post, infatti, è il primo di una serie di quattro, dedicati ad una sorta di conto alla rovescia natalizio. I primi tre saranno pubblicati nel corso dei lunedì di dicembre, mentre il quarto ed ultimo avrà carattere un po’ più personale e sarà online pochi giorni prima di Natale.


Ovviamente durante gli altri giorni della settimana verranno pubblicati i consueti post dedicati alle nostre solite rubriche.


Spero che l’idea vi piaccia e che facciate tutti insieme a me questo conto alla rovescia!



Oggi si parla di “Natale&libri”! Vi propongo un booktag trovato sul sito "Questione di libri" a tema natalizio. Non iniziate a sentire un po’ l’atmosfera??





CIOCCOLATA CALDA: coccole!

Un libro che ti sei concessa, o di cui avevi bisogno.




Di solito non ho problemi ad aspettare l’arrivo in biblioteca delle nuove uscite, ma, non appena è uscito il romanzo Pulvis et umbra di Antonio Manzini, sono dovuta correre in libreria. Era da tempo che aspettavo di scoprire come si sarebbe evoluta la storia del burbero vicequestore Rocco Schiavone.


In questo romanzo, egli ha a che fare con due casi completamente differenti. Uno è ad Aosta, dove vive e lavora: il cadavere di una persona transessuale è stato rinvenuto presso il fiume. La vittima si prostituiva e la pista da seguire sembra semplice, ma tutte le ipotesi di Rocco e della sua squadra si sgretolano come polvere, perché quella morte sembra scomodare personalità molto in alto.


L’altro caso, a Roma, incombe come un’ombra sul vicequestore: Enzo Baiocchi, il criminale tornato dal passato, è ancora in fuga, e gli amici storici di Rocco hanno bisogno di lui.



Una “cioccolata calda” molto densa e piuttosto amara, che lascia il lettore con il desiderio di saperne ancora di più.


Spero di pubblicare al più presto un post dedicato interamente a Rocco Schiavone, perché se lo merita!





ALBERO DI NATALE: gli addobbi non possono mancare!

Un libro che devi assolutamente avere nella tua libreria.




Come non citare un classico? Vi consiglio di cuore “Racconti di fantasmi” di Charles Dickens, una raccolta che incarna perfettamente lo spirito natalizio anglosassone.


Se gli americani, infatti, amano raccontarsi storie del terrore e di fantasmi ad Halloween, nel Regno Unito la stagione degli spiriti è proprio quella natalizia.


In tanti paesi del Nord Europa, infatti, si crede che, nel corso della settimana e specialmente della notte di Natale, si annulli la barriera che separa i vivi dai morti e che questi ultimi tornino sulla Terra, diretti verso le case delle loro famiglie, per festeggiare il Natale con loro o, nel caso dei racconti del terrore, per perseguitare le anime dei parenti e degli amici che li hanno dimenticati e oltraggiati.


Ovviamente, all’interno di questa raccolta è contenuto l’ormai intramontabile “Canto di Natale”, del quale ho parlato nel dettaglio qui.





BABBO NATALE: è la mattina di Natale!

Il più bel libro che ti sia stato regalato.




La tigre e l’acrobata” mi è stato regalato lo scorso Natale da mio fratello ed è un romanzo che mi ha davvero stupito.


Si tratta di una sorta di favola per adulti, affascinante e simbolica.


La protagonista di questa storia, Piccola Tigre, nasce nella Taiga e fin da cucciola dimostra la sua natura curiosa. Ella, a differenza di altri esemplari della sua specie, si fa molte domande sul perché la sua natura la porti a determinate scelte.


Nel corso della sua vita, la Tigre scoprirà molto sul mondo che la circonda, correrà grandi pericoli a causa della sua sete di sapere e riuscirà perfino ad incontrare più volte il nemico più temuto da tutti gli animali: l’uomo.


Una storia magica e sorprendente, da leggere durante le vacanze di Natale!





LUCI COLORATE: il sorriso non manca!

Un libro che ti mette allegria.



La storia di “A cantare fu il cane” di Andrea Vitali ha inizio nella notte tra il 16 ed il 17 luglio del 1937, a Bellano, quando una donna grida Al ladro! Al ladro! In direzione di Via Manzoni. In effetti, la guardia notturna, prontamente giunta sul posto, ferma un ladruncolo, già noto alle forze dell’ordine, e lo porta in caserma.

Il Maresciallo Maccadò, che torna ad essere protagonista dei romanzi di Vitali, non è tuttavia convinto di questa versione, e deicide di condurre un’indagine più approfondita. Gli saranno d’aiuto una donna dall’insolita statura, i personaggi di un circo appena arrivato in città e un cagnolino estremamente mordace.


Come sempre, Vitali si diverte a rivelare i piccoli intrighi di paese, non smettendo mai di sorprendere il lettore. Se volete saperne di più sui romanzi di questo autore, leggete qui.





REGALI: fiocchetti e carte colorate!

Quale libro regaleresti?





Questa raccolta di racconti di Giovanni Guareschi, “L’anno di Don Camillo”, è in grado di regalare al lettore un vero e proprio viaggio nel tempo alla scoperta dell’Italia che non c’è più.


Ogni stagione dell’anno ha i suoi racconti.


C’è la primavera, con la ripresa delle tante attività agricole, ma anche il fervore della campagna elettorale.


Poi l’estate, con la mietitura e le calde notti in cui può succedere di tutto.


L’autunno arriva insieme alla vendemmia ed ai primi guai causati dalla pioggia.


L’inverno, infine, ha come protagonisti il Natale sacro di Don Camillo e quello più profano di Peppone.


Lo stile di Guareschi, perfetto per grandi e piccoli, conquisterà sicuramente molti dei miei amici lettori.



PRANZO DI NATALE: siamo tutti riuniti!

Una famiglia di una storia che ti è entrata nel cuore.




Ne parliamo a cena” di Stefania Bertola è la storia di cinque cugine, una più pazza dell’altra.


Sofia è entrata in crisi dopo il divorzio dal marito, che l’ha lasciata per una collega ed ora pretende di portarle via la casa, e si è fatta affascinare un po’ troppo dalle filosofie orientali.


Irene è sul punto di separarsi, ma ogni volta trova una scusa diversa per non firmare i documenti, e, nel frattempo, frequenta due uomini che non le piacciono affatto.


Bibi è uno spirito libero che ha lasciato marito e figli in Canada anni fa, ma ogni tanto si lascia trasportare dalla fantasia e sogna di tornare a fare la madre di famiglia.


Veronica è una madre e moglie esemplare, ma anche la sua famiglia, complici due vicini un po’ troppo indipendenti ed una neonata abbandonata a se stessa, rischia di crollare.


Costanza, infine, protagonista e voce narrante, gestisce insieme a Sofia un simpaticissimo negozio di hobbistica “per le donne che non hanno mai tempo, ma il poco che hanno adorano buttarlo via” e da sedici anni sogna di sposare Alex, che però è già sposato.


Le cinque amiche-cugine periodicamente si incontrano a cena e si raccontano le proprie disavventure, cercando di consigliarsi reciprocamente al meglio.


...Come non affezionarsi a questa caotica e divertentissima famiglia allargata?




BISCOTTI: una pagina tira l’altra!

Un libro dal quale è stato impossibile staccarsi.





Sarebbe improprio classificare “La casa di ringhiera” di Francesco Recami come un semplice giallo.


Il protagonista di questa storia, l’ex tappezziere milanese Amedeo Consonni, in pensione e vedovo, trascorre le sue giornate dividendosi tra il nipotino Enrico ed un hobby davvero insolito. Egli, infatti, colleziona in un archivio tutti gli articoli di giornale che riguardano casi di cronaca nera.


Un omicidio davvero inquietante avvenuto non lontano da Milano lo sta appassionando particolarmente: si tratta del caso della “sfinge di Lentate”, ovvero l’omicidio di un pensionato che era appassionato di Egittologia ed è stato ritrovato morto in una posa agghiacciante.


Mentre Consonni, come suo solito, va in giro per la Brianza a fare il curioso di professione, è il giallo stesso che viene a cercare lui, e lo fa proprio dove egli abita, in quella casa di ringhiera di un quartiere periferico di Milano.



Gli inquilini del condominio, in effetti, sono uno più strano dell’altro: c’è l’ex tassista quasi ottantenne che vive in funzione della sua (secondo lui bellissima) automobile; c’è la famiglia in difficoltà, tra padre alcoolista e figli cresciuti un po’ troppo in fretta; c’è l’ex professoressa ancora affascinante e dal passato misterioso; c’è, infine, una nuova giovane coppia, un po’ troppo rumorosa e vista con diffidenza dal resto dei condomini.


Tutti gli abitanti della casa di ringhiera si trovano, loro malgrado, coinvolti in un’insolita avventura, che rivela al lettore che le sfumature del giallo spesso si possono ritrovare nella quotidianità.





FIOCCHI DI NEVE: il paesaggio si trasforma!

Un libro nel quale hai sentito la magia.





Q” di Luther Blissett mi è stato regalato ormai un buon numero di Natali fa.


Dietro allo pseudonimo si nascondono quattro autori italiani che vivono nella zona di Bologna ed il caso di questo romanzo costituisce davvero un unicum.


Nel prologo, il protagonista e narratore di questa incredibile vicenda storica, che non ha nome ma assume vari soprannomi nel corso del romanzo, si ritrova a Costantinopoli. Corre l’anno 1555 ed egli apre per la prima volta il diario del suo storico rivale, che si fa chiamare Q.


Il lettore viene condotto per mano attraverso una vera e propria epopea. In questo romanzo si narra lo spegnersi del 1400 e la prima metà del 1500, tra secessioni religiose, battaglie e avventure in ogni angolo d’Europa.


La sensazione che ha il lettore è quella di una vicenda corale nella quale è la storia stessa a raccontarsi. Quale sarà il destino del protagonista? E qual è la vera identità di Q? Non resta che leggere per scoprirlo...





GHIRLANDA: decoriamo!

Un libro ricco di colori e bellezza.



La fabbrica delle stelle” di Gaetano Savatteri è il primo romanzo, dopo tanti racconti, che ha per protagonista il giornalista disoccupato Saverio Lamanna. Egli è rimasto senza impiego a causa di una grossa svista sul lavoro e si vede costretto a rinunciare alla vita a Roma ed a tutte le sue comodità per tornare nella vecchia casa dei suoi genitori in Sicilia. Lì trova subito un amico: Peppe Piccionello, conoscenza di vecchia data del padre e depositario di tutte le regole del “viver bene secondo le tradizioni di una volta”. Dopo qualche tempo, egli conosce anche Suleima, una ragazza che fa la cameriera in un ristorante in riva al mare, e se ne innamora.


Alla fine dell’estate, però, egli riceve un’insolita proposta di lavoro: quella di andare a Venezia in occasione della Mostra del Cinema e di far parte della squadra di una giovane regista che butta via i soldi del ricchissimo padre per delle pellicole davvero discutibili.


Suo malgrado, Lamanna accetta l’incarico, ma, com’è prevedibile, non riesce ad essere un semplice addetto stampa ed a restare fuori dai guai. Ben presto il Festival si tinge di giallo, e chi altri può aiutare le forze dell’ordine, se non lui e l’inseparabile Piccionello?


Un romanzo giallo pieno di ironia, di sole, di mare, dei colori della Sicilia e della magia di Venezia. Una storia che, se letta in inverno, fa sentire un po’ di calore estivo.






Questi sono i miei consigli libreschi legati al Natale, e spero che vi piacciano!


Voi che cosa avreste scelto? E quali sono le vostre letture legate al periodo natalizio? Aspetto i vostri pareri!


Grazie per la lettura e al prossimo post :-)



14 commenti :

  1. Ciao! Ma che carino questo tag, mi sa che te lo rubo!!!
    Praticamente non conosco nessuno dei libri citati ma l'idea è bellissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Sono contenta che l'idea ti piaccia! Ruba pure il TAG :-)

      Elimina
  2. Ciao!! L'aria natalizia sì..si respira già..che bello io adoro dicembre!!!
    Tra i libri che hai nominato conosco solo Q di Blissett che ho preso......quindici anni fa sicuramente...(mamma che vecchia che sono ahahaha!!) e non ho ancora letto....(sono senza speranza!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica! Ti confesso che anche io ci ho messo un po' a leggere tutto Q... è una storia che va capita ed un po' assaporata. Poi, però, ne vale la pena!

      Elimina
  3. Ciao Silvia, bellissimo questo tag natalizio! Ammetto di non aver letto nessuno dei libri che hai citato, anche se molti li conosco ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Conoscendo i tuoi gusti, credo che il romanzo della Bertola ti piacerebbe molto... ma non ti dispiacerebbero neppure i vari gialli!

      Elimina
  4. Credo un tag a tema natalizio ancora mi mancasse - anche se non so quando lo pubblicherò visto che vorrei evitare di citare sempre gli stessi libri! >.<
    Intanto avviso che te lo rubo anch'io! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice! Anche io ho cercato di citare qualcosa di cui non avevo ancora parlato...non sempre è facile! Comunque ruba pure il TAG!

      Elimina
  5. Che bello questo tag e anche il CHRISTMAS COUNTDOWN, mi piace un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara...sono contenta che ti piacciano!

      Elimina
  6. Ciao Silvia,
    carinissimo questo tag fa respirare già l'atmosfera natalizia e alcune tue scelte sono davvero da prendere spunto.
    Mi piace molto questa nuova rubrica quindi ti seguirò con molto piacere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy! Sono felice che la rubrica ti piaccia, e spero che leggerai qualcuno di questi libri!

      Elimina
  7. Bellissimi libri. Dickens è insuperabile, ma anche gli altri non sono niente male! Ciao Silvia! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Piera! Di Dickens, secondo me, non si può fare a meno a Natale! :-)

      Elimina