domenica 8 maggio 2016

CYRANO SULLA LUNA

Tutto quello che mi è piaciuto dello spettacolo al Teatro Leonardo






Cari lettori,
dal momento che è maggio e tra non molto le stagioni teatrali si concluderanno, anche oggi mi sento di consigliarvi uno spettacolo davvero imperdibile, così da poter restare soddisfatti prima della pausa estiva.

Sto parlando di “Cyrano sulla luna”, splendida rappresentazione in scena al Teatro Leonardo di Milano.
Ecco tutto quello che ho apprezzato di questo spettacolo!



L'originalità dell'impostazione.


Molti di voi probabilmente conosceranno già la storia di Cyrano, e sapranno che, nella maggior parte dei casi, il dramma che lo vede protagonista viene rappresentato in maniera tradizionale, con diversi attori sulla scena. 
 
Questa volta, invece, abbiamo a che fare con l'eccezionale monologo di un bravissimo attore, Pietro De Pascalis, il quale, partendo da un unico punto di vista, riesce a rappresentare tutti i personaggi coinvolti.
Si immagina, infatti, che Cyrano sia morto e che, invece di andare nell'Aldilà, sia atterrato sulla Luna.
È proprio a quest'ultima che lo sfortunato cadetto di Guascogna racconta tutta la sua storia, immaginando di interagire con lei e ricostruendo ogni singolo dialogo importante del suo passato.



La scenografia.





Come si può rappresentare un ambiente lunare?

Non è certamente facile, e possono venire in mente diverse rappresentazioni. Questo spettacolo sceglie una semplicità che si rivela davvero poetica.

Sullo sfondo scuro vengono proiettate delle piccole luci, che indicano le stelle. Inoltre, sul palcoscenico sono disseminati palloni e palloncini bianchi, che diventano azzurri nel momento in cui la Luna si avvicina maggiormente alla Terra (che è, per l'appunto, il pianeta azzurro). 
 
L'effetto ricercato non è quello di un'ambientazione fantascientifica, bensì quello di un sogno quasi fanciullesco, in pieno accordo con la romantica fantasia del protagonista.



I dettagli della narrazione.


La bravura dell'autore Luca Chieregato e dell'attore sulla scena consiste nel raccontare tutta la vicenda con abbondanza di particolari.

Si ripercorre, infatti, tutta la storia di Cyrano, a partire dal suo innamoramento per Rossana quando era piccolo, passando per l'incontro con Cristiano e per la folle idea di donargli le sue parole, e poi la guerra, la vedovanza di Rossana e l'ingiusta e prematura fine.

Grazie alla straordinaria capacità narrativa di cui si fa uso in questa rappresentazione, lo spettatore non vede solo l'unico attore in scena, ma riesce a visualizzare anche tutto quello che racconta.



Il romanticismo.


Quella di Cyrano è forse una delle storie più romantiche di tutti i tempi. Il protagonista, infatti, perdutamente innamorato della cugina, non se la sente di svelare i propri sentimenti a causa del suo ritenersi brutto, soprattutto per via del suo naso. 
 
È la storia di un amore mai ricambiato, o almeno vittima di un equivoco, al quale viene resa giustizia solo quando è troppo tardi. 
 
Credo che questa storia sia un vero esempio di costanza, di dedizione e di amore sincero, ma penso anche che celi un invito a non commettere gli stessi errori del protagonista ed a rivelare se stessi e le proprie reali intenzioni.



L'amore per la parola.


Quello di Cyrano è un dramma scritto con parole ed in onore delle parole. Il protagonista ci gioca e crea dei mondi interi; le usa come armi al posto della spada, disciplina nel quale è espertissimo; ci si diverte con ironia più o meno sottile nel deridere quanti hanno fatto dell'ignoranza un vanto; ne fa, infine, il cuore dell'inganno amoroso che coinvolge lui, Rossana e Cristiano. 
 
È delle parole che la donna si innamora, ed ella commette l'errore di legarle per tutta la vita all'uomo sbagliato. Cristiano e Cyrano, infatti, sono riusciti a creare un eroe immaginario con il meglio di entrambi e l'hanno fatto diventare reale.

Poche altre storie raccontano con tanta efficacia l'effettiva vastità del potere della parola.



La canzone di congedo.

Per dirti ciao!” di Tiziano Ferro strappa sempre un applauso. Il testo affronta con delicatezza la tematica della scomparsa di una persona cara, e si adatta perfettamente all'ultima parte dello spettacolo. Cyrano è andato incontro al suo destino, ed a noi non resta che salutarlo volgendo gli occhi alla Luna.



Lo spettacolo resterà in scena al Teatro Leonardo solo fino al 13 maggio, quindi… affrettatevi a prendere un biglietto per questa settimana, perché ne vale davvero la pena!!

Come sempre, grazie per l'attenzione.

Al prossimo post :-)

9 commenti :

  1. Ciao Silvia, sono sempre molto interessanti le tue recensioni teatrali, perchè ricche non solo di particolari, ma anche di passione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, ti riscrivo per dirtiche ti ho nominato qua: https://langolodiariel.blogspot.it/2016/05/liebster-award-2016.html?showComment=1462972075113#c8767009749520518878

      Elimina
  2. Ammetto, e me ne vergogno un po', che di teatro non ne capisco molto, però la tua descrizione di questo spettacolo mi ha incuriosita molto. Io sono una grande amante delle idee originali e quindi non ho potuto fare a meno di apprezzare il fatto che questo dramma, pur mantenendo fedeltà alla storia di Cyrano, sia stato destrutturato per essere interpretato come monologo. Mi ha incuriosito davvero tanto e mi dispiace molto non aver avuto l'occasione di vederlo. Continuerò però a leggere volentieri le tue recensioni perchè le trovo molto interessanti ed esaustive! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie mille per tutti i complimenti! In effetti anche io credo che uno dei punti di forza di questo spettacolo sia l'originalità :-)

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Venta las nueva camiseta futbol barata 2016-2017,camiseta seleccional, comprar Real Madrid,Barcelona,Chelsea,Manchester City ,mujer,nino con la buena calidad y mejor precio en la annaCamisetas.com

    RispondiElimina
  5. Il nuovo maglia di casa Roma 16-17 introduce un design sobrio. Realizzato da Nike e non con eventuali loghi degli sponsor per il momento, la maglia della Roma 2016-17 è stato rilasciato il 6 luglio 2016.comprare maglie calcio personalizzate maglie calcio outletmaglia serie a italia,Maglia inter milan shop
    Maglia Juventus outlet

    RispondiElimina
  6. La commedia di Rostand è una delle più belle mai scritte.
    Io ne ho vista una rappresentazione con scenografie che assomigliavano a un cantiere, il protagonista fu un ottimo Gianluigi Pizzetti. Rimasi stregata da quello spettacolo.
    Questa versione narrata ha dell'interessante, in questi casi occorrono attori veramente di eccellenza per poter fare emergere una drammaturgia di questo tipo. E questi due interpreti che descrivi parrebbero essere molto bravi.
    Prima o poi anch'io voglio portare questa magnifica storia sul palcoscenico.

    RispondiElimina