lunedì 29 aprile 2019

I PREFERITI DI APRILE 2019

Tutto quello che mi è piaciuto in questo mese




Cari lettori,
siamo al termine del mese di aprile! 
Come d’abitudine, oggi ricapitolo i preferiti del mese, dai libri ai film, dalla musica alla poesia!




Il libro del mese



Per il mese di aprile vorrei segnalarvi una lettura autobiografica: Il vento contro (Quando guardi oltre, tutto è possibile). 
Si tratta della vera storia di Daniele Cassioli, un ragazzo nato nel 1986, cieco dalla nascita, diventato prima un campione di sci nautico e poi uno degli atleti paraolimpici più premiati di tutti i tempi.

Egli inizia il suo racconto scrivendo di se stesso da bambino, della determinazione della sua famiglia nel sostenerlo, del suo amore per tutti gli sport. 
Il piccolo Daniele, come tutti i suoi compagni di classe, ama molto il calcio, ma ben presto si rende conto che, come lui stesso ironicamente sottolinea, tirare il pallone al buio non aiuta certo a fare goal.

Abitando in Lombardia, egli viene a sapere che presso l’Idroscalo si tengono dei corsi di sci nautico, non solo per normodotati ma, in orario mattutino, anche per le persone affette da varie disabilità. Grazie al suo entusiasmo ed alla disponibilità dei suoi primi allenatori, egli trova finalmente il suo sport ideale.

Giorno dopo giorno, egli impara a “sentire” l’acqua, pur non vedendola, ed a comprendere quando si avvicinano ostacoli da superare lungo il percorso che traccia sugli sci. In breve, egli comincia a gareggiare contro altri atleti e, anno dopo anno, iniziano ad arrivare le prime medaglie.


Daniele non esita a raccontare al lettore le difficoltà che hanno segnato il suo percorso, come i momenti di scarsa fiducia in se stesso, gli allenatori con cui c’è stato poco feeling, le gare durante le quali non si sentiva concentrato. La grande passione che egli nutre per lo sport, però, finisce sempre per prevalere, anche nei periodi di sconforto.


Questa, però, non è solo l’autobiografia di uno sportivo, ma anche quella di un ragazzo che ha dovuto imparare a godersi la vita secondo le sue regole. 
Tante pagine sono dedicate ai genitori, al fratello, agli amici, agli atleti che condividono con lui le trasferte, ai viaggi, alle sue precedenti fidanzate.


Un libro scorrevole da leggere, una storia che fa bene al cuore, una narrazione ironica ed allegra. Davvero consigliato!



Il film del mese


Da amante dei film per bambini e ragazzi quale sono, non potevo non raccontarvi le mie impressioni sul remake di Dumbo, il live-action prodotto dalla Disney per la regia di Tim Burton, che riscrive in modo del tutto originale il cartone animato del 1941.

La pellicola non è, infatti, una re-invenzione del cartone animato con animali parlanti, come credo sarà Il Re Leone, in uscita a fine agosto. Come già successo con Alice in Wonderland, infatti, Tim Burton si conferma un regista in grado di personalizzare le favole, inventando una storia diversa dall’originale ma conservando il messaggio di fondo.


La storia è ambientata in America, poco dopo la Prima Guerra Mondiale. Il Paese è in difficoltà dopo il conflitto ed anche il circo dei fratelli Medici, momentaneamente stabilitosi in Florida, sta vivendo una crisi. 
Un giorno, però, vi fa ritorno il Capitano Holt Ferrier, un tempo abilissimo cowboy in grado di fare acrobazie sui cavalli insieme alla moglie, ed ora eroe di guerra vedovo e senza un braccio. 

Il direttore del circo non ha cuore di mandar via lui ed i suoi bambini, Milly e Joe, e gli assegna un nuovo lavoro, come custode degli elefanti. Egli spera che l’elefantessa Jumbo, in procinto di partorire, metta al mondo un elefantino in grado di destare nuovamente la curiosità del pubblico. 
Quando però nasce il piccolo Dumbo, tutti si accorgono con orrore delle sue orecchie fuori misura e decidono di utilizzarlo come aiuto – clown.


L’unica che osserva con attenzione Dumbo è Milly, una bambina molto sveglia ed appassionata di scienze, che, insieme al fratellino Joe, fa un’incredibile scoperta: grazie ad alcune piume, che l’elefantino aspira per poi starnutire, Dumbo può volare!

I due bambini convincono Dumbo a esibirsi volando davanti al pubblico, ma la notizia si diffonde ed arriva alle orecchie di V.A.Vandevere, il proprietario di Dreamland, il più grande e bel circo degli Stati Uniti. 
Egli propone a Mr Medici un sodalizio, che egli accetta, senza immaginare che questo sarà l’inizio di altre disavventure!


È sempre difficile rendere giustizia ad un grande classico con un remake che non lo snaturi, ma credo che in questo caso Tim Burton abbia trovato un buon equilibrio tra il suo solito immaginario e la tradizione Disney. 

Alcune sequenze indimenticabili per chi ha amato il cartone animato, come il primo volo di Dumbo, la ninna nanna della madre o il sogno degli elefanti, sono comunque inserite nella storia, che è nuova ma convincente.
I momenti emozionanti sono tanti, preparate i fazzoletti!



La musica del mese



Primavera… per me, tempo di balletti! Come ogni anno, insieme alla mia scuola di danza sto preparando l’annuale spettacolo, del quale però credo che vi parlerò in giugno.


Oggi vorrei invece raccontarvi, come già fatto la scorsa primavera, quello che ho fatto in questi mesi al corso di latino americano-zumba del lunedì, che seguo da quasi tre anni.


Una parte della lezione è incentrata sui balli caraibici puri, come la salsa e la bachata. Uno dei brani più famosi sui quali ci esercitiamo è l’ormai piuttosto nota Me Emborrachare del Grupo Extra.

Un’altra piccola sezione di coreografie è dedicata ai tormentoni estivi, soprattutto quelli dell’anno scorso: La cintura di Alvaro Soler, Amore e capoeira di Giusy Ferreri, Nera di Irama, Da zero a cento di Baby K…



Passando dalla parte “latino-americana” a quella di “zumba”, che, per chi non lo sapesse, è un misto tra ballo e fitness, le musiche sulle quali ci esercitiamo più spesso sono Flashdance, Footloose e Don’t stop me now dei Queen.

Ultimamente abbiamo anche inserito un pizzico di musical con One di A Chorus line.



La poesia del mese


Come immagino tutti voi sappiate, la notte del 15 aprile un terribile incendio ha devastato la cattedrale di Notre Dame, a Parigi, distruggendo una guglia e danneggiando il tetto. A questo nostro “gigante” della cultura, oggi purtroppo ferito, vorrei dedicare una poesia di Ungaretti dal titolo Nostalgia.


Quando
la notte è a svanire
poco prima di primavera
e di rado
qualcuno passa

Su Parigi s’addensa
un oscuro colore
di pianto

In un canto
di ponte
contemplo
l’illimitato silenzio
di una ragazza
tenue

Le nostre
malattie
si fondono

E come portati via
si rimane.



Le foto del mese


Come forse qualcuno di voi avrà notato, questo post è il primo dopo una decina di giorni di “pausa” sul blog. Quest’anno, infatti, complice il calendario, ho prolungato un po’ il mio solito soggiorno pasquale a Varazze insieme alla mia famiglia, e mi sono goduta anche il 25 aprile al mare. 

Nei primi giorni il tempo è stato davvero splendido: abbiamo preso il sole ed abbiamo persino messo il costume! Dalla sera di Pasquetta il clima è cambiato radicalmente e purtroppo c’è stata anche tanta pioggia. 
L’ultima sera ho fatto questo scatto appena sopra il porto di Varazze, in prossimità di Celle, tra cielo grigio e fiori primaverili.



Nel weekend dal 12 al 14 aprile è tornata a casa la mia amica Luana, che vive e lavora in Inghilterra. Lei è un architetto ed ha organizzato il weekend in Italia in occasione della Design Week milanese, così io ho passato con lei un venerdì sera ed un sabato all’insegna del Fuorisalone. 
Ecco un’istantanea del giardino botanico di Brera al crepuscolo!



Questo è invece il parco di Cernusco sul Naviglio, il mio paese: un’esplosione di rosa!




Che cosa mi raccontate del vostro aprile?
Siete riusciti a rilassarvi un po’, tra Pasqua e ponti?
Che cosa vi è piaciuto di più, tra libri, film, musica?
Fatemi sapere!
Grazie per la lettura, ci sentiamo in maggio :-)

18 commenti :

  1. Ciao Silvia, anch'io ho visto Dumbo... carino, anche se preferisco la versione animata! Il romanzo non lo conosco ma m'incuriosisce, mentre le canzoni latine mi piacciono per la loro energia e allegria :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Certo la versione animata è insuperabile :-) Ero sicura che avresti concordato con me sulle canzoni latine!

      Elimina
  2. Dumbo voglio vederlo anch'io!!!

    RispondiElimina
  3. Un aprile davvero frizzante, il tuo.
    La tua vacanza Varazze da invidiare.
    Il giardino di Brera da visitare.
    La poesia è... poesia.
    Il libro vorrei leggerlo, deve essere davvero bello, mi piacciono le biografie, quelle di spessore.
    E per la danza aspetto giugno.
    Un abbraccio, Silvia, e complimenti per la qualità del tuo tempo.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinforosa!
      Come avrai capito, Varazze è la nostra seconda casa ed a Pasqua è ormai tradizione...ma quest'anno il calendario ci ha aiutato! Il giardino di Brera è stata una novità anche per me, ma avevo la mia guida personale :-)
      Credo che il romanzo ti potrebbe piacere! Buona settimana :-)

      Elimina
  4. La foto del mese mi piace tantissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Quale delle tre? Contenta che ti piacciano, comunque!

      Elimina
  5. Non sono andata al cinema perché ho letto pareri discordanti e molto critici su Dumbo.
    In linea di massima, però, penso che certi mostri sacri non andrebbero neppure sfiorati, quindi avevo paura di arrabbiarmi.
    Quasi quasi mi fai ricredere, però.
    Ci penserò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia! A me è piaciuto tanto :-) Se vai a vederlo, fammi sapere che ne pensi!

      Elimina
  6. Dumbo penso di vederlo, per quanto il genere non sia tra i miei preferiti.
    Di film belli recentemente ho visto Il testimone invisibile, un thriller, ben fatto.
    Le (auto)biografie le trovo interessanti, non conoscevo questa!
    Foto molto belle, in particolare i giardini al crepuscolo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela! Non conosco Il testimone invisibile, ci farò un pensiero :-) I giardini al crepuscolo hanno sorpreso anche me!

      Elimina
  7. Hai visto Dumbo, bello, vedrò certamente anch'io e sicuramente prima mi preparerò adeguatamente ;)

    RispondiElimina
  8. Ho adorato Dumbo, e trovo che la scelta della poesia sia perfetta. Molto belle le tue foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sono contenta che anche a te Dumbo sia piaciuto! Grazie per le foto :-)

      Elimina
  9. Voglio andare a vedere Dumbo! Amo sempre molto i tuoi recap, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! Spero che Dumbo ti piacerà. Grazie per i complimenti :-)

      Elimina