lunedì 8 ottobre 2018

BOOKTAG "SAPORI D'AUTUNNO"

Un libro per ogni frutto autunnale




Cari lettori,
è di nuovo il momento di “Tag&Booktag”! 

Se in piena estate abbiamo giocato ad abbinare un libro ad ogni gusto di gelato, oggi il cambio di stagione, ormai in atto, mi ha convinto a proporvi un tag autunnale, preso dal blog "La libreria di J".


Settimana prossima, inoltre, sarà online un altro booktag dedicato a questa stagione, per il quale sono stata taggata qualche giorno fa.


Spero che le mie scelte siano di vostro gradimento!





CACHI



Un libro dolce, morbido e cremoso



Qualcosa di buono di Sveva Casati Modignani inizia con un enigma irrisolto: come mai la ricca signora Alessandra Pluda Cavalli, prima di morire, ha deciso di lasciare una cospicua eredità a Lula, la portinaia del lussuoso palazzo dove abita?


Non è solo la famiglia della signora a farsi questa domanda. Anche Lula, che non lavora lì da molto, si fa la stessa domanda. È una donna giovane, ma ha alle spalle una storia piuttosto difficile, fatta di perdite, lutti e difficoltà.
L’impiego come portinaia è un’occasione che ella non ha esitato a cogliere, trovandosi perennemente in ristrettezze economiche. 

Il suo sogno è lavorare nel mondo della ristorazione, ed ella dà sfogo alla sua passione preparando dolcetti ed altre squisitezze per gli abitanti dello stabile, come la defunta signora Pluda Cavalli.

Il motivo della misteriosa eredità è nascosto in una vecchia storia, che riguarda, a sua insaputa, la stessa Lula. 
Insieme a lei, a fare luce sul mistero, c’è il dottor Guido Montini, una conoscenza della signora scomparsa.


Conoscete bene la mia affezione per Sveva Casati Modignani e per i suoi romanzi. Questo, in particolare, presenta una protagonista dal carattere buono e dolce, che coltiva le sue passioni e non si arrende mai.



CASTAGNE



Un libro spinoso, ma dai frutti saporiti



La banda degli amanti di Massimo Carlotto ha per protagonista Massimo Buratti, detto L’Alligatore per il drink che è solito consumare senza troppa moderazione. 
Egli ama definirsi un “investigatore senza licenza”, dal momento che conosce molto bene l’ambiente della criminalità, ma ha un concetto di giustizia tutto suo. 

I suoi due amici e compagni di avventura sono Max la Memoria, un ristoratore sempre invischiato in qualche traffico poco chiaro, e Beniamino Rossini, un anziano ma ancora temibile gangster. 
I tre, purtroppo, hanno da poco subito un grave trauma personale e si sono persi di vista.

Un giorno, però, una donna molto ricca ferma l’Alligatore e lo prega di aiutarla. Ella, infatti, si sente in colpa per aver taciuto a tutti il rapimento del suo amante, un professore universitario. 

Marco non vorrebbe tornare al “lavoro”, ma a poco a poco si ritrova coinvolto e riprende a frequentare quella realtà che aveva cercato di dimenticare. 
Le indagini portano ben presto lui ed i suoi amici ad un temibile nemico: Giorgio Pellegrini, un boss della malavita già presente in altri romanzi di Carlotto.


Le prime pagine di questo romanzo, a mio parere, lasciano piuttosto spaesato il lettore, che si ritrova di fronte ad un investigatore che è tutt’altro che un tutore dell’ordine, al complicato mondo della malavita organizzata ed a personaggi non sempre facili da comprendere. 
Più si procede nella lettura, però, più il romanzo appare ben congegnato ed interessante. Una lettura da provare anche se non si è amanti del genere!



FICHI



Un libro goloso



Ho dedicato un post ad alcuni romanzi a tema “dolcetto”.


La cucina dei desideri segreti di Darien Gee è la storia di tre donne che stanno cercando di superare alcune difficoltà e di un’iniziativa benefica che aiuterà loro e molte altre persone.


Cupcake club di Roisin Meaney è una romantica vicenda che si svolge nei dintorni di un negozio di dolcetti.


Tutto iniziò con un bacio di Miranda Dickinson è il resoconto dell’incredibile anno della protagonista Romily, aiutata da due zii che vivono su una chiatta e preparano torte formidabili.


Biscotti, dolcetti e una tazza di té, infine, narra le vicissitudini sentimentali di tre figure femminili diverse per età e professioni, ma accomunate dalla passione per l’antiquariato.


A questo link trovate le recensioni nel dettaglio.



FUNGHI



Un libro che spinga verso la ricerca e la riflessione



La democrazia non esiste è un saggio di Piergiorgio Odifreddi che mi è stato regalato e che mi sono ritrovata a leggere quasi per caso. Non sono solita leggere saggistica, ma ho trovato questo libro piuttosto scorrevole.

Ci sono molti riferimenti alla storia ed alla cultura classica, e forse per questo motivo, a differenza di altri libri di scienze politiche, l’ho finito facilmente. 

Non è una lettura complessa, ma presenta comunque alcuni spunti interessanti.



LAMPONI



Un libro che scateni il ricordo della propria famiglia



Quando ero piccola io e mio fratello leggevamo molti romanzi che, prima di appartenere a me, erano stati di mia madre. 

Di sicuro quello che ricordo con maggiore affetto è Piccole donne, al quale ho anche dedicato un tag.

Ricordo però con piacere anche Pollyanna, La piccola principessa, i romanzi di Mark Twain, quelli di Emilio Salgari ed altri ancora.



MELAGRANA



Un libro capace di imprigionare nel suo mondo



Vado sul classico e scelgo il “mondo” di Camilleri e del commissario Montalbano. 
I romanzi pubblicati sono tanti, gli episodi della serie tv sono altrettanti, ma io non sono veramente mai stufa, anzi, sono sempre felice di “tornare a Vigata”.

In questo post ho recensito l’ultimo capitolo delle (dis)avventure del commissario!



UVA



Una serie sfiziosa, dove un libro tira l’altro



Ho già parlato più e più volte del mio amore per i romanzi di Sophie Kinsella, soprattutto in questo post

La serie di romanzi I love shopping, secondo me, è stata una vera apripista della chick lit odierna, tra romanticismo ed ironia.


La storia di Becky Bloomwood, 25enne/30enne londinese che lavora come giornalista e non riesce a controllare la sua dipendenza dallo shopping, è nota a tutti gli appassionati di romanzi rosa. In sette libri (e non è escluso che ne possa arrivare un ottavo), la nostra protagonista vive tante avventure lavorative e personali, tra le quali ripetute fughe dal recupero crediti della banca, la scoperta di una sorellastra ed una storia d’amore con Luke Brandon, un uomo dal quale era inizialmente piuttosto intimidita. 


Trovo che I love shopping abbia avuto così fortuna non solo perché Becky è un personaggio ben costruito, irriverente ma anche sensibile, ma anche perché le figure che la circondano spesso sono un vero spasso. 
Irresistibile il quartetto composto dai genitori di Becky e dai loro vicini di casa, capace di sorprendenti iniziative ed idee quanto mai balzane. 
Personalmente ho un debole anche per Suze, la migliore amica di Becky, nobile d’origine ma soprattutto d’animo.



ZUCCA




Un libro versatile




Storia della mia ansia di Daria Bignardi ha un titolo che, a mio parere, rischia di sviare un po’ il lettore. Lea, la donna al centro della storia, ha infatti un’ottima motivazione per essere preoccupata: è in cura per un tumore.

Quello che la ossessiona, però, non è la malattia, bensì il rischio che il suo stato provochi in lei crisi di ansia e depressione: ella ha visto la madre consumarsi per questi mali e non vuole che la storia si ripeta. 

Purtroppo ella non ha modo di mettere in un angolo i suoi pensieri negativi: la malattia l’ha costretta a sospendere le sue attività lavorative ed a rifugiarsi nella casa in montagna di famiglia per riprendersi un po’. Ella si aspetta conforto almeno dal marito Shlomo, israeliano e stimato professionista con il quale ha dei figli, ma egli ha un carattere chiuso e piuttosto freddo e non riesce a vivere insieme a lei questo dramma.

Lea si ritrova costretta ad andare avanti da sola, trovando in sé inaspettate risorse e imparando a controllare l’angoscia che la perseguita. 

Questo romanzo è un’opera di fantasia, ma a me piace pensare che sia servito anche da diario e da sfogo all’autrice, che a sua volta ha avuto un tumore.




Adesso tocca a voi!
Trovate appropriati questi abbinamenti? Conoscete questi romanzi?
Vi è piaciuta l’idea di un booktag autunnale?
Grazie per la lettura e al prossimo post :-)

22 commenti :

  1. Bellissimo questo tag, purtroppo però non conosco nemmeno un libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Spero che qualcuno di questi romanzi ti abbia incuriosito :-)

      Elimina
  2. Di questi ho letto soltanto Piccole donne, ma moltissimi anni fa. Frequentavo la prima media, infatti.
    Quindi, rileggerlo adesso sarebbe quasi come sfogliarlo per la prima volta.
    Ci penserò. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia! Secondo me è un romanzo che merita sempre di essere (ri)letto!

      Elimina
  3. Ciao Silvia, davvero bello questo tag! Come ben sai, anch'io sono una fan della serie di "I love shopping", ho letto quasi tutti i libri che hai nominato nella sezione "fichi" e pure per me "Piccole donne" ricorda l'infanzia :-)
    Gli altri romanzi non li ho letti, ma mi incuriosisce Carlotto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Immaginavo di aver citato un po' di cose che ti piacciono! Quanto a Carlotto, prova a leggere qualcosa e fammi sapere :-)

      Elimina
  4. Ciao Silvia ma che carino questo Tag sicuramente primo o poi te lo rubo eheheh Pensa ne ho preparato uno per domani molto simile eheheh Dai io farò il tuo e tu il mio eheheh
    baciii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Vorrà dire che domani andrò a leggere il tuo tag :-)

      Elimina
  5. Mmm booktag gustoso :-D
    Piccole donne anche io lo associo alla famiglia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che con questo booktag ho voluto mettere un po' in luce uno degli aspetti positivi dell'autunno...il cibo, ahah :-)
      Piccole donne è un classico familiare per tanti!

      Elimina
  6. Un bellissimo gioco a cui partecipo con quello che conosco e dunque:
    Cachi: Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse
    Castagne: Un uomo di Oriana Fallaci
    Fichi: I Pilastri della Terra di Ken Follet
    Funghi: Siddhartha di Hermann Hesse
    Lamponi: Il soldato fanfarone di Plauto
    Melagrana: Pensaci Giacomino di Pirandello
    Uva: Sulla strada di Jack Kerouac
    Zucca: Il cappotto della macellaia di Lilia Carlota Lorenzo.

    Ciao e grazie per questo gioco.
    sinforosa



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Grazie mille per aver risposto con una tua versione!! Ci sono alcuni titoli che non conosco e che mi hanno incuriosita :-)

      Elimina
  7. Bello anche questo di tag! A parte Piccole donne gli altri non li ho letti ma alcuni titoli mi incuriosiscono molto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! Questo era già pronto, prossimamente arriverà anche il tuo! Contenta di averti interessato :-)

      Elimina
  8. Che bello questo post, amo l'autunno e tutti i suoi colori!
    Alcuni dei libri che hai presentato mi incuriosiscono parecchio! :3
    Metto in lista desideri! :)
    Ps. Non dire niente ma.. qui da me è appena finita la sagra dei funghi e a breve inizierà quella delle castagne!
    Un abbraccio! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Diana! Che belle queste sagre!
      Io in ottobre faccio sempre una gita con "giro delle vigne" con amici di famiglia, ma quest'anno credo che andremo in una sorta di borgo medievale...con i colori dell'autunno sarà bello comunque!

      Elimina
  9. Ciao, mi incuriosisce il libro della Bignardi mi sembra una storia profonda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabriella! Anche a me è piaciuto molto, è una storia davvero intensa!

      Elimina
  10. Che carino questo tag! Tra i libri che hai nominato ho letto solo Piccole donne (un classico immancabile) ed il primo della serie della Kinsella che, a dir la verità, non mi è piaciuto molto, infatti ho letto solo quello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica! Peccato per la Kinsella...ahimè può succedere, è questione di gusti! Piccole donne sì, è immancabile :-)

      Elimina
  11. Un Tag molto ben fatto :) Io dei libri che hai citato ho letto solo piccole donne (tantissimi anni fa), però ho trovato degli spunti interessanti.. chissà magari in futuro riuscirò a recuperarne qualcuno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emili! Spero che riuscirai a leggere almeno qualcuno di questi romanzi :-)

      Elimina