venerdì 27 luglio 2018

I PREFERITI DI LUGLIO 2018

Tutto quello che mi è piaciuto in questo mese




Cari lettori,
anche il mese di luglio è quasi giunto alla conclusione e siamo di nuovo al nostro appuntamento con i “Preferiti del mese”. Dai libri ai film, dalla musica alla poesia, ecco cosa vi consiglio!




Il libro del mese



Le prime pagine de Il metodo Catalanotti di Andrea Camilleri hanno per protagonista l’inseparabile vice di Montalbano, Mimì Augello, che, come al solito, si trova a casa di una delle sue amanti. Il marito della donna, tuttavia, rientra all’improvviso, e Mimì, per non farsi scoprire, è costretto a saltare sul balcone del piano di sotto.
Una volta arrivato lì, tuttavia, egli fa una macabra scoperta: l’appartamento del quale fa parte il balcone non è abitato e c’è un cadavere steso sul letto, con pochissimo sangue sulla testa, composto e vestito.

In preda al panico, egli informa Montalbano, che gli propone di aspettare che il cadavere venga scoperto per poter iniziare ad indagare normalmente.
In effetti il giorno dopo viene annunciato il ritrovamento di un uomo morto, ma… l’indirizzo è un altro. Come muoversi?

Montalbano inizia con cautela ad entrare nel mondo del “secondo morto”, il ragionier Catalanotti, un uomo ricco e misterioso che aveva una forte passione per il teatro e gestiva una compagnia amatoriale selezionando gli attori con un metodo alquanto insolito.

L’indagine, passo dopo passo, assume dei contorni strani e confusi, proprio come la vita privata del commissario, messo in crisi da una donna, una responsabile della Scientifica che lo attrae a dispetto del carattere duro e sfuggente.


Il metodo Catalanotti, ultimo capitolo (per ora) delle avventure del commissario Montalbano, è un romanzo che ci porta nel cuore del mondo del teatro, che, come sapete, a me è molto caro. 
È una storia tanto colta quanto malinconica, soprattutto perché il commissario prende sempre più atto dei limiti di ogni genere che gli impone la sua età non più verde.



Il film del mese



Un paese quasi perfetto di Massimo Gaudioso è ambientato a Pietra Mezzana, un piccolo paese di montagna della Basilicata nel quale risiedono 120 anime, quasi tutti ex minatori che sopravvivono con il sussidio di disoccupazione.

Per poter continuare a vivere dove sono nati, essere considerati “paese” a tutti gli effetti e soprattutto per far sì che una nuova fabbrica arrivi a Pietra Mezzana restituendo finalmente il lavoro a tutti, i nostri protagonisti hanno bisogno disperato di un medico.

Dopo una lunga ed infruttuosa ricerca, finalmente a Pietra Mezzana arriva Gianluca Terragni, chirurgo plastico di Milano amante della “bella vita”, costretto all’esilio in montagna a causa di un piccolo guaio legale.

Gli abitanti del paese hanno soltanto un mese per convincere Gianluca a restare a tempo indeterminato, e decidono di trasformare Pietra Mezzana nel paese dei sogni del giovane medico: lo sport più guardato al bar diventa improvvisamente il cricket, l’unico ristorante del posto si mette a cucinare sushi e sashimi con risultati discutibili e, per evitare che il nuovo arrivato soffra di solitudine, il sindaco del paese si occupa paternamente di lui. Basterà?


Un paese quasi perfetto è una commedia di circa due anni fa, ideale per una serata estiva, che coniuga l’importante tema di alcune realtà dimenticate del nostro Paese a tante scene divertenti. Risate assicurate!



La musica del mese



Le canzoni che ho sentito di più nel corso del mese di luglio appartengono al disco Youngblood dei 5SOS, acronimo di “Five seconds of summer”, una band composta da quattro giovanissimi ragazzi australiani, diventata famosa qualche anno fa prima su YouTube e poi come band di apertura dei concerti degli One Direction.

Il fatto che per tanto tempo siano stati accostati ad una boyband non deve tuttavia trarre in inganno chi non li conosce: la loro musica non appartiene più di tanto al pop melodico, ma ha delle sfumature decisamente più rock. 
Tanti dicono che il loro sound ricorda i Green Day… secondo me, invece, sono più considerabili come i nuovi Blink 182.

Non vi nascondo che sono stata veramente felice che a fine giugno sia uscito questo disco, che è il terzo della loro carriera. Il loro secondo album, Sounds good feels good, era uscito nell’autunno del 2015, e ricordo di averlo ascoltato quasi quotidianamente per settimane. Non vi pare che abbiano fatto aspettare un po’ troppo noi fan?


Questo disco non mi ha ancora convinto tanto quanto il precedente ma devo ammettere che ci sono dei pezzi davvero interessanti, a partire dall’energica traccia che dà il titolo al disco, alla trascinante Moving along, alla malinconica The ghost of you. Assolutamente consigliata l’edizione deluxe, con la bellissima Babylon.


Non conosco ancora bene i testi, quindi oggi vi cito la fine di Carry on, una loro vecchia canzone. È un messaggio bellissimo che mi fa sempre riflettere!


Tieni duro, sconfiggi l’ignoranza
ed andando avanti, conserva l’innocenza
e non durerà tanto
...tu sai che presto andrà meglio.



La poesia del mese



Questo componimento di Pablo Neruda, dal titolo Abbiamo perso anche questo tramonto, mi ha fatto pensare alle sere d’estate, alle feste, alle fughe d’amore.


Abbiamo perso anche questo crepuscolo.
Nessuno ci ha visto stasera mano nella mano
mentre la notte azzurra cadeva sul mondo.

Ho visto dalla mia finestra
la festa del tramonto sui monti lontani.

A volte, come una moneta
mi si accendeva un pezzo di sole tra le mani.
Io ti ricordavo con l’anima oppressa
da quella tristezza che tu mi conosci.

Dove eri allora?
Tra quali genti?
Dicendo quali parole?
Perché mi investirà tutto l’amore di colpo
quando mi sento triste e ti sento lontana?

È caduto il libro che sempre si prende al crepuscolo
e come cane ferito il mantello mi si è accucciato tra i piedi.

Sempre, sempre ti allontani la sera
e vai dove il crepuscolo corre cancellando statue.



Le foto del mese



I primi giorni del mese è tornata dall’Inghilterra la mia amica Luana! Eccoci a Milano, più sorridenti che mai!




Cena con vista suggestiva a Varazze!




Io e la mia amica Mara siamo state alla mostra dedicata ad Harry Potter e...siamo state ammesse a Hogwarts! Anche se io guardavo con sconcerto i rami del Platano Picchiatore.




Come al solito, aspetto i vostri commenti!
Com’è stato il vostro luglio?
Avete qualcosa da consigliarmi? O qualche news da raccontarmi?
Fatemi sapere!
Grazie per la lettura, ci sentiamo ad agosto :-)


27 commenti :

  1. Silvia, hai un blog interessante. Ora ti seguo.
    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, di Camilleri ho letto solo "La forma dell'acqua" ma, sinceramente, non mi ha conquistato molto... magari proverò più avanti a dare un'altra possibilità a questo autore così amato! Il film non l'ho visto ma sembra leggero e divertente, bella anche la poesia,anche se venata da malinconia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Con Camilleri purtroppo il problema può essere anche il pastrocchio linguistico tra italiano e siculo...non conquista tutti! Tu comunque riprova, se ti va :-)

      Il film è simpatico!

      Vero, la poesia è malinconica...forse l'ho scelta perché le sere prima di partire per il mare guardo sempre con nostalgia la mia "casetta"!

      Elimina
  3. Solitamente non apprezzo molto le poesie di Neruda ma, quella che hai proposto, l'ho trovata piacevole da leggere e nostalgica al punto giusto. Ciò che ha caratterizzato il mio mese è stato lo yoga (disciplina che ho iniziato a praticare quasi ogni mattina da due settimane), le poesie di Puskin e il nuovo format "Recensione Monodose" che ho introdotto nel blog!
    A presto,
    Erica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica! Vado a dare una sbirciata al tuo blog, allora! :-)
      Complimenti per il tuo impegno e la tua costanza nello Yoga!

      Elimina
  4. Le mie letture di luglio sono "La vita fino a te" di Matteo Bussola e "Casi Umani" di Selvaggia Lucarelli.
    In verità non ho avuto il tempo di inziare nè uno e nè l'altro, quindi diventeranno le letture di agosto, ma conto di finirli entrambi in pochi giorni. 😉

    RispondiElimina
  5. Bellissime ragazze, anche io ho adorato la mostra di Potter.
    Bevuta una bella burrobirra?
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca! Nello shop della mostra c'era una sezione "Mielandia" con caramelle e cioccolatini, ma niente bibite! Ricambio l'abbraccio :-)

      Elimina
  6. Voglio andarci alla mostra!!!

    RispondiElimina
  7. Un mese davvero intenso e variegato fra divertimento, cultura, city, mare, amiche, brava Silvia, così si fa. Buona continuazione di estate.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinforosa… di sicuro, a parte la faringite dell'ultima settimana, è stato un bel luglio! Buona continuazione anche a te :-)

      Elimina
  8. Ciao Silvia!👋 Non conoscevo la mostra dedicata ad Harry Potter, molto interessante e bella la foto!😊 Io ho una raccolta dei libri di Camilleri, ma gli ultimi libri che ha scritto mi mancano, devo recuperarli. Buon pomeriggio!😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vanessa! La mostra è a Milano, alla Fabbrica del Vapore… fino al 9 settembre! Spero che anche gli ultimi romanzi di Camilleri ti piaceranno! :-)

      Elimina
  9. Il film l'ho evitato, proprio non mi interessava, comunque contento che qualche risata te la sei fatta ;)

    RispondiElimina
  10. Che bell'esperienza deve essere stata la mostra Silvia! Hai fatto benissimo ad andare infondo HP non ha età

    RispondiElimina
  11. che bella deve essere stata la mostra di HP! Ottimo mese dal tuo sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! La mostra è stata bella e devo dire che anche il mese di luglio mi ha portato tanto!

      Elimina
  12. Un paese quasi perfetto deve essere davvero simpatico!
    Anch'io spero di andare presto alla mostra di harry potter!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia! Sì il film è molto simpatico :-) Anche la mostra è bella!

      Elimina