lunedì 7 novembre 2016

GRAN CASINO'

Il teatro civile della compagnia Itineraria

 
 
 

Cari lettori,
anche oggi vi do alcuni “Consigli teatrali”. Come sapete, solitamente mi occupo degli spettacoli che vengono rappresentati a Milano, ma oggi ho la fortuna di segnalarvi una compagnia che viaggia in tutta Italia.


Sto parlando di Itineraria Teatro, un gruppo nato nel 1994 in un paese dell'hinterland milanese, che ha rapidamente ottenuto tanti consensi a livello nazionale. Gli spettacoli proposti dalla compagnia sono tra i più vari, ma tutti trattano un'importante tematica di attualità ed hanno l'obiettivo di informare il pubblico oltre che intrattenerlo.
Vediamo più da vicino di cosa si tratta!




Lo spettacolo “Gran casinò”





 
La rappresentazione a cui ho assistito è un monologo incentrato sulla tematica del gioco d'azzardo, che è ormai diventato un autentico flagello, specie in Italia. 
 
I punti chiave che vengono affrontati sono: la natura totalmente illusoria del gioco cosiddetto “legale”, che purtroppo ha le stesse terribili conseguenze di quello clandestino; i modi in cui si può giocare in Italia, che, negli ultimi anni, sono aumentati in maniera esponenziale; le storie di chi ha creduto alla retorica del sogno di una vincita ed è andato incontro a cocenti delusioni; infine, i messaggi fuorvianti che spingono sempre più italiani a diventare dipendenti.



Le informazioni raccontate al pubblico con grande cura, competenza ed attenzione per i dettagli sono accompagnate da brevi filmati, che vengono proiettati su due schermi alti e sottili e che sono, solitamente, brevi interviste rivolte ad alcuni personaggi legati al gioco d'azzardo in Italia.


Emblematico è, tuttavia, l'inizio della rappresentazione, nel corso della quale viene proiettata sugli schermi la scena di un vecchio film di Eduardo De Filippo. In esso, due giocatori incalliti litigano ad un tavolo perché si ritrovano, nonostante le solite “dritte sicure”, a perdere sempre e comunque ogni tipo di scommessa.
Potremmo considerare quel breve filmato come un ritratto dell'Italia com'era, ma lo spettacolo ci mostra, minuto dopo minuto, che abbiamo visto soltanto l'Italia com'è ancora.




L'attore ed il suo team




Gli spettacoli presentati dalla compagnia Itineraria sono recitati da un unico attore, Fabrizio De Giovanni, il quale, nel corso di 90-100 minuti circa, presenta uno spettacolo assolutamente vario e sorprendente.

Ai più classici monologhi informativi, infatti, alterna la lettura di alcune lettere o documenti, l'imitazione di alcuni personaggi, il racconto di alcuni ricordi più o meno personali ed altro ancora.

Se Fabrizio De Giovanni è, in un certo senso, il frontman della compagnia, non bisogna però trascurare chi, dietro le quinte, prepara lo spettacolo, allestisce gli aspetti tecnici, cerca la documentazione necessaria e, nel caso della rappresentazione Stupefatto, anche chi ha fornito un'importante testimonianza per la storia raccontata.
In definitiva, anche osservando con l'occhio dello spettatore, si ha l'impressione di una squadra compatta.




Gli spettacoli proposti da Itineraria Teatro





 
Oltre a Gran Casinò, le proposte di teatro civile sono davvero molte. Vediamo meglio quali!


- Stupefatto, un racconto di vita vera sul tema della dipendenza dalle droghe.


- Sbankati: tutto quello che c'è da sapere sulla crisi economica...anche e soprattutto quello che chi di dovere evita in tutti i modi di dirci.


- H2Oro: tra tutte le rappresentazioni, mi sento di consigliare di cuore questo spettacolo, non solo perché l'ho visto qualche anno fa, ma anche perché il tema è forse meno gettonato di altri. È incredibile quali amare sorprese e quali loschi giri d'affari possano esserci dietro qualcosa di tanto semplice ed essenziale come l'acqua!


- Dov'è nata la nostra costituzione: un racconto sulla nascita del nostro documento più importante.


- Voci dalla Shoah: testimonianze provenienti dai campi di concentramento della Seconda Guerra Mondiale.




Le proposte per le scuole




Buona parte degli spettacoli che ho appena presentato esistono anche in versione “junior”, cioè ridotta, semplificata e destinata agli studenti di scuole medie e superiori. 
 
Questo è l'ultimo motivo per cui mi sento di segnalare Gran casinò e, più in generale, la compagnia Itineraria: so che tra i miei lettori, fissi ed occasionali, ci sono un po' di “colleghi” in cerca di qualche spettacolo da proporre agli studenti. Se non avete ancora programmato tutte le uscite per questo anno scolastico, è il momento di informarvi!
Basta cercare su Google “Itineraria teatro” e troverete il sito della compagnia.





Io ho assistito a Gran casinò il 4 novembre a Cernusco sul Naviglio, il mio paese (in provincia di Milano). 
Le prossime tappe del tour sono a Brescia ed a Trento, ma la compagnia Itineraria è solita girare tutta l'Italia con questo ed altri spettacoli.


Quanto a voi...avete già assistito a qualcuna di queste rappresentazioni?
Avete qualche spettacolo di teatro civile da consigliarmi?
Grazie per la lettura ed al prossimo post :-)

2 commenti :

  1. Ciao! E' un piacere leggere i tuoi post perché i tuoi consigli culturali sono sempre interessantissimi ^_^
    Questo spettacolo credo approderà sicuramente a Roma (mi informerò) e non me lo lascerò sfuggire ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Mi fa piacere che i miei consigli ti interessino! A quanto ne so, la compagnia gira un po' in tutta Italia, quindi sono piuttosto sicura che Roma sia prevista!

      Elimina