lunedì 18 dicembre 2017

CHRISTMAS COUNTDOWN 2017 #3 : NATALE IN POESIA E IN ARTE



manca 1 settimana a Natale!



Cari lettori,


ecco a voi il terzo appuntamento con il “Christmas countdown 2017”!


Se le scorse volte vi ho consigliato dei libri e dei classici Disney ideali per le feste, oggi mi occupo del Natale dal punto di vista della poesia e dell’arte.


I grandi autori ed i pittori più celebri, infatti, hanno creato dei veri e propri capolavori nel corso dei secoli e, ad una settimana esatta dal Natale, credo che sia giusto ricordarli.





NATALE, di Enrico Panzacchi




(Dipinto: L’adorazione dei magi, Sandro Botticelli)


Alta è la notte, scendono

in candida legione

dal firmamento gli angeli

recinti di splendor.

Pace alla gente buona:

è nato il Redentor.



Fiocca la neve: déstansi

in mezzo all’ombra e al gelo

e alle melòdi angeliche

rispondono i pastor:

Sia gloria a Dio del Cielo:

è nato il Redentor!



Un tintinnio di giubilo

da mille torri suona:

s’allargano le tenebre,

spuntan dai tronchi i fior.

Pace alla terra buona:

è nato il Redentor.



Nell’umile presepio,

o Dio, invan ti celi;

a offrire i Re già vengono

mirra, profumi ed or.

Gloria sia a Dio nei cieli:

è nato il Redentor.



NATALE, di Giuseppe Ungaretti




(Dipinto: Boulevard Saint-Denis, Claude Monet)


Non ho voglia

di tuffarmi

in un gomitolo

di strade



Ho tanta

stanchezza

sulle spalle



Lasciatemi così

come una

cosa

posata

in un angolo

e dimenticata



Qui

non si sente

altro

che il caldo buono



Sto

con le quattro

capriole

di fumo

del focolare



IL PRESEPE, di Salvatore Quasimodo




(Dipinto: Natività, Lorenzo Lotto)



Natale. Guardo il presepe scolpito

dove sono i poveri pastori appena giunti

alla stalla di Betlemme.



Anche i Re Magi nelle lunghe vesti

salutano il potente Re del mondo.



Pace nella finzione e nel silenzio

delle figure in legno ed ecco i vecchi

del villaggio e la stalla che risplende

e l’asinello di colore azzurro.



UNA STELLA SULLA STRADA DI BETLEMME, di Boris Pasternak




(Dipinto: Cappella degli Scrovegni, Giotto)



Era inverno

e soffiava il vento della steppa.

Freddo aveva il neonato nella grotta

sul pendio del colle.

L’alito del bue lo riscaldava.



Animali domestici stavano nella grotta.

Sulla culla vagava un tiepido vapore.

Dalle rupi guardavano

assonnati i pastori

gli spazi della mezzanotte.



E lì accanto, sconosciuta prima di allora,

più modesta di un lucignolo

alla finestrella di un capanno,

tremava una stella

sulla strada di Betlemme.



SPLENDE ANCORA, di Santo Parisi




(Dipinto: Adorazione dei magi, Raffaello Sanzio)


C’è un albero

addobbato in casa mia

scintillante

di luci e colori

ma c’è tanto, tanto buio fuori:

sofferenze e dolori…

dolori a non finire.

Ma nella notte fredda

spende ancora,

dopo due millenni,

o mio Signore,

una cometa

sulla tua capanna:

una cometa

che alla pace invita,

una cometa

che verso te ci guida.



NELLA NOTTE DI NATALE, di Umberto Saba




(Dipinto: Adorazione dei magi, Simon Bening)


Io scrivo nella mia dolce stanzetta,

d’una candela al tenue chiarore,

ed una forza indomita d’amore

muove la stanca mano che si affretta.

Com’è debole e dolce il suon dell’ore!

Forse il bene invocato oggi mi aspetta.

Una serenità quasi perfetta

colma i battiti ardenti del mio cuore.

Notte fredda e stellata di Natale,

sai tu dirmi la fonte onde zampilla

improvvisa la mia speranza buona?

È forse il sogno di Gesù che brilla

nell’anima dolente ed immortale

del giovane che ama, che perdona?



NATALE 1988, di Don David Maria Turoldo




(Dipinto: Notte di Natale, Paul Gauguin)


Campane a Moneglia

dolce paese di Liguria

in mezzo a oliveti sul mare,

e la casa ancora più dolce

dell’amico:



campane

suonano a festa

a vigilia del grande Atteso

(verrà? E come e dove verrà?)



Natura

già si dispone all’Evento:



Campane, fosse almeno

sempre vigilia…



GENEROSO NATALE, di Alda Merini




(Dipinto: Natività, Correggio)


Oh, generoso Natale di sempre!

Un mitico bambino

che viene qui nel mondo

e allarga le braccia

per il nostro dolore.

Non crescere, bambino,

generoso poeta

che un giorno tutti chiameranno Gesù.

Per ora sei soltanto

un magico bambino

che ride della vita

e non sa mentire.



LO ZAMPOGNARO, di Gianni Rodari



(Dipinto: Babbo Natale, William Hoolbrook Beard)


Se comandasse lo zampognaro

che scende per il viale,

sai che cosa direbbe

il giorno di Natale?

Voglio che in ogni casa

spunti dal pavimento

un albero fiorito

di stelle d’oro e d’argento.”

Se comandasse il passero

che sulla neve zampetta,

sai che cosa direbbe

con la voce che cinguetta?

Voglio che i bimbi trovino,

quando il lume sarà acceso,

tutti i doni sognati

più uno, per buon peso”.

Se comandasse il pastore

del presepe di cartone

sai che legge farebbe

firmandola col lungo bastone?

Voglio che oggi non pianga

nel mondo un solo bambino,

che abbiano lo stesso sorriso

il bianco, il moro, il giallino.”

Sapete che cosa vi dico

io che non comando niente?

Tutte queste belle cose

accadranno facilmente; se ci diamo la mano

i miracoli si faranno

e il giorno di Natale

durerà tutto l’anno.





Quali preferite tra questi dipinti e queste poesie?


Conoscevate già queste opere?


Attendo i vostri pareri!


Grazie per la lettura, al prossimo post :-)











10 commenti :

  1. Ciao Silvia, mi piacciono molto i post nei quali abbini dipinti a poesie, anche perchè li sai abbinare molto bene! E' difficile scegliere un quadro o una poesia tra quelle che hai citato... sono tutte bellissime (le poesie) e bellissimi (i quadri)!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Grazie, sono contenta che il mio post ti piaccia!!

      Elimina
  2. Che bello questo post Silvia.
    L'ultima poesia è quella che conosco di più e quindi direi che è quella che mi è piaciuta di più. Alcune le conosco altre no ma hai trovato dei bei quadri per abbinare tutte le poesie bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy! La poesia di Gianni Rodari è molto carina :-) Sono contenta che anche i quadri ti piacciano!!

      Elimina
  3. Le poesie sul natale mi riportano all'infanzia, quindi a sensazioni positive e belle *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela! Forse in questi giorni torniamo tutti un po' bambini :-)

      Elimina
  4. Che bellissimo post, complimenti hai scelto poesie molto belle, ottimi abbinamenti ❤️

    RispondiElimina
  5. Great post and informative too. Beautiful poem.
    I am your new follower #97. hope to see you on my blog. please visit my blog.
    https://clickbystyle.blogspot.in/ . Merry Christmas .
    Keep in touch.

    RispondiElimina