venerdì 22 luglio 2016

BOOKTAG "SEGNI ZODIACALI"

Cari lettori,

oggi mi cimento in un TAG che ho trovato sul blog Bookish Brains, e che mi ha colpito fin da subito per la sua originalità. È ispirato alle caratteristiche dei segni zodiacali, ma, ovviamente, è a tema libri!




1- ARIETE: UN ROMANZO AVVENTUROSO CON CORAGGIOSI PROTAGONISTI






Mi sento di consigliare moltissimo la saga di Divergent, di Veronica Roth. 
Penso che Beatrice-Tris, la protagonista, sia un personaggio affascinante ed ammirevole. 

Tris avrebbe già un futuro certo che la aspetta, con la benedizione della sua famiglia, facendo tutto quello che ci si aspetta da lei.

Ella decide, però, di non essere la “figlia che resta” in famiglia, e di iniziare una nuova avventura nel luogo meno sicuro del loro mondo distopico, perché, come essa stessa si definisce, è “egoista e coraggiosa”.


Stessa cosa si può dire per il protagonista maschile, Four, che non è proprio il classico eroe senza macchia, ma ha dovuto lottare per superare un passato da invisibile e vittima di violenza.


Tutta la trilogia, specie il primo volume, è costellata da colpi di scena e momenti di suspence. Leggere per credere!







2- TORO: UN ROMANZO CON UN PROTAGONISTA MASCHILE AFFASCINANTE






Ho pensato molto a questa risposta, ma, francamente, non posso consigliare altro, se non la trilogia di Alexandros di Valerio Massimo Manfredi. 
Non si può restare insensibili al fascino di Alessandro Magno, giovane condottiero fautore di uno dei più grandi sogni dell'antichità classica.

In questi tre romanzi si ripercorrono l'infanzia dorata, piena di amicizie, insegnamenti e promesse; il mistero insoluto intorno all'uccisione del padre Filippo; gli efferati intrighi della madre Olimpia; la decisione di fuggire verso Oriente; le storiche battaglie del Granico, di Isso e di Gaugamela, che hanno determinato la conquista della Persia; l'esplorazione in India; la grande passione per Roxanne e l'amicizia con Efestione; e poi gli ultimi, difficili anni.


Un crescendo fatto di battaglie, lutti, passioni, rinunce, soddisfazioni, piccoli e grandi rivali, amicizie e legami indissolubili. Una storia affascinante, ma anche destinata ad essere inquinata dalla sete di potere, dalla paura dei nemici, dalla costante insoddisfazione che caratterizza questo splendido personaggio. 
 

L'ultima pagina lascia una sensazione di abbandono che difficilmente se ne va via.






3- GEMELLI: UN ROMANZO CHE TI HA INCURIOSITO PER UNA PARTICOLARITÀ





Di tutte le ricchezze”, di Stefano Benni. Mi ha colpito perché ha parecchie particolarità. Innanzitutto, è un'alternanza di prosa e poesia, ed i testi poetici, dai temi più svariati, sono di rara semplicità e bellezza.

Poi, i personaggi presentati sono quasi tutti “fuori di zucca”… non ce n'è uno normale, davvero! Tuttavia, i rapporti umani che intrecciano sono descritti dall'autore con grande naturalezza.





4- CANCRO: UN LIBRO CON UNA PROTAGONISTA TALMENTE TESTARDA DA RISULTARE ANTIPATICA



Madame Bovary” di Gustave Flaubert. Sono consapevole che stiamo parlando di un grande classico della letteratura. 
Tuttavia, trovo che Emma sia straordinariamente tenace nell'andare incontro alla peggiore delle scelte possibili: inseguire quello che non si ha dimenticando quello che si ha.

Così facendo, provoca una serie infinita di dolori e preoccupazioni al marito, che la ama sinceramente, ed è un'assoluta strega con la povera figlia.

E il tutto per cosa?!? Un avanzamento sociale da ottenere a carissimo prezzo? Beh, bell'affare!






5- LEONE: UN LIBRO CHE A TUTTI PIACE MA CHE A TE ASSOLUTAMENTE NON E' PIACIUTO






Uomini e no”, di Elio Vittorini. 
Mi rendo conto che sia un grande classico e che stiamo parlando di letteratura contemporanea. 
Credo anche che per l'autore scriverlo sia stato un doveroso sfogo: non è facile assistere ai disastri civili della guerra ed a quello che è successo a Milano all'inizio degli anni '40.

Resta il fatto che per me è un cazzotto nello stomaco e che non ce l'ho fatta a finirlo. 
 





6- VERGINE: LA TUA PROTAGONISTA PREFERITA






Risposta quasi obbligata. Fin da quando avevo 6 anni, è Jo di “Piccole donne”. Già da piccola capivo il suo amore per i libri, il suo desiderio di scrivere (...appunto…), la tenacia ed il suo carattere determinato.

Ora che sono un po' più grande, posso capire anche il perché delle sue scelte sentimentali.




7- BILANCIA: UN LIBRO CON UNA COVER BELLISSIMA


 

Il primo che mi viene in mente è “L'acustica perfetta”, di Daria Bignardi.

Il romanzo, delicato ed a tratti struggente, parla della rottura di una coppia e del lungo tentativo di ricerca e riconciliazione da parte di lui.


Quello che più mi ha colpito della copertina è la doppia interpretazione di ciò che è raffigurato: sembrerebbe una montagna che si specchia nel mare, ma, ad una più attenta analisi, si vede che la figura creata è un violino. Il tema della musica è infatti centrale nel romanzo.






8- SCORPIONE: UN LIBRO CHE LEGGENDOLO TI HA FATTO SENTIRE PIÙ' FORTE





Venuto al mondo”, di Margaret Mazzantini. La protagonista di questo romanzo è, secondo me, un'autentica eroina contemporanea! Affronta davvero di tutto: un divorzio molto precoce, l'inseguimento e poi la perdita di un grande amore, la guerra a Sarajevo, la lontananza dagli amici, la maternità frustrata.

È un romanzo che, una volta chiuso, fa pensare: “Ma io, esattamente, di cosa mi lamento ogni giorno?”





9- SAGITTARIO: UN LIBRO CHE NARRA DI UNA STORIA VERA






Forse il romanzo che segnalo non è tanto conosciuto. Si tratta di “Omero, gatto nero”, scritto da Gwen Cooper. 
 

La protagonista vive da sola a Miami, si è appena lasciata con il convivente ed ha un lavoro non sempre soddisfacente. Le sue uniche gioie sono le sue due gatte, la scontrosa Rossella e la bella Vashti. 

Quando un'amica veterinaria le propone di prendersi cura di un terzo micino, che è rimasto cieco in seguito ad un intervento, Gwen non sa che fare, ma poi accetta. Il micino, subito battezzato Omero, si rivela molto coraggioso: impara subito a cavarsela da solo ed inventa qualsiasi cosa per poter sopravvivere come gli altri gatti. 
La “convivenza” non è sempre facile, ma insieme a lui Gwen decide di rilanciarsi nel lavoro e di trasferirsi a New York, dove non mancheranno imprevisti (il peggiore dei quali sarà l'attacco alle Torri Gemelle) ma anche dove conoscerà suo marito.

Una storia solo apparentemente ordinaria, proprio come la vita vera.






10- CAPRICORNO: VAI SUBITO AL SODO E DESCRIVITI CON UN LIBRO






Se dovessi scegliere un libro solo, sicuramente mi orienterei su “Innamorarsi a New York” di Melissa Hill, del quale ho già parlato nel post Consigli in rosa .

La verità è che sono stata a lungo come è Abby, la protagonista, all'inizio del libro: fissata con i molti doveri, incerta davanti ad ogni nuova esperienza, con il timore di non essere all'altezza del so-tutto-io bigotto e rigido di turno, che chissà come mai mi interessava. 
Non è stato facile, negli anni, iniziare a fare come lei: provare qualche cibo nuovo ed assurdo, iscriversi a qualche nuovo corso, imparare a fare tante esperienze da sola, capire che nella vita non ci sono solo studio/lavoro in loop, mandare al diavolo certi ragazzi convinti di vivere ancora nel Medioevo. È una strada in salita! 

Per questo a volte vado a rileggere pezzi di quel libro… più che altro per vedere cosa farebbe Abby al posto mio.





11 - ACQUARIO : CONSIGLIA UN ROMANZO AMBIENTATO NEL FUTURO
 



Purtroppo devo ammettere che ho letto molto, ma molto poco in questo campo. Mi sento di consigliare la trilogia degli “Hunger Games”, ambientata in un futuro immaginario, perché l'ho trovata accattivante e basata su un'idea originale e ben sviluppata.





12- PESCI : UN LIBRO CHE TI HA FATTO SOGNARE AD OCCHI APERTI






Il linguaggio segreto dei fiori”, di Vanessa Diffenbaugh.
 La storia raccontata in questo romanzo mi ha veramente stupito! 

Victoria, una ragazza orfana, nullatenente, maltrattata da tutti e che giustamente ha un carattere difficile e mille problemi relazionali, si ritrova a 18 anni ad essere letteralmente una senzatetto, senza più assistenza sociale obbligatoria e, di conseguenza, in guai grossi.
 
La sua unica passione sono i fiori: per lei, infatti, ognuno di essi ha un messaggio da trasmettere. E sarà proprio questo grande amore a salvarla, a donarle una carriera ed una vita finalmente sua.


Grazie per avere letto fin qui. Credo che questo booktag sia uno dei miei preferiti, perché vi ho messo tanti pensieri personali.
Sono curiosa di sapere se siete d'accordo o meno con quello che ho scritto, dal momento che ho nominato anche tanti classici e qualche "cult" del momento.
Visto che tra pochissimo mi "trasferirò" al mare (evviva!), non mi dispiacerebbe se mi deste anche qualche consiglio di lettura per questo periodo.
Al prossimo post :-)

10 commenti :

  1. Ciao! BELLISSIME risposte!! Mi hai incuriosità moltissimo per molti romanzi! In primis Alexandros, sembra una figata! Poi Innamorarsi a New York sembra molto carino *.*
    Per non parlare di Omero gatto nero (sono una super gattara, sarebbe il romanzo per me ^^)
    Flaubert non è il mio autore preferito (anzi, diciamo che l'Educazione sentimentale mi ha fatto proprio cagare) e non penso che leggerò Madame Bovary molto presto :/
    La Mazzantini ormai è super acclamata e io non ho ancora letto niente di suo! :O
    Oooohh weeell che commento infinito xD
    A presto cara :)
    -G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!
      Guarda, di Madame Bovary tutto sommato mi sono piaciuti intreccio, realismo ed ambientazione... è lei che proprio non mi va giù!
      Omero gatto nero per me è un libro adorabile :-)
      Buona parte dei romanzi di Manfredi per me è una figata, ma probabilmente il suo gioiellino è proprio Alexandros. Infine... sì, la Mazzantini vale una lettura! :-)

      Elimina
  2. Ciao Silvia, hai ragione, questo tag è veramente molto bello, così come le tue risposte! Non ho mai letto nulla di Manfredi e della Mazzantini, ma prima o poi lo farò, concordo su "Piccole donne" e "Innamorarsi a New York", mentre mi ispira moltissimo "Omero gatto nero" ;-) "Il linguaggio segreto dei fiori" invece non mi è piaciuto: la storia in sè non è male, solo che la protagonista non ha per niente catturato la mia simpatia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendoti, Omero gatto nero ti piacerà!
      è vero, la protagonista del romanzo della Diffanbaugh ha un carattere molto difficile, ma proprio per questo, forse, mi ha affascinato.
      Aspetto i tuoi pareri su Manfredi e Mazzantini :-)

      Elimina
  3. Che bello e interessante questo tag! Io sono una di quelle a cui Uomini e no è piaciuto anche se ricordo (l'ho letto tantissimi anni fa) di aver avuto difficoltà a leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sicuramente è un libro difficile, questo è proprio oggettivo. Poi ci sono persone che sono riuscite ad apprezzarlo (come te) ed altre che non ce l'hanno fatta (tipo me)...

      Elimina
  4. Che tag originale questo. Non conosco tutti i libri citati però :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Puoi copiarlo, se vuoi! Spero che i libri che non conoscevi ti abbiano incuriosito :-)

      Elimina
  5. Anche io ho letto "Il linguaggio segreto dei fiori", mi ha davvero emozionata, mi è piaciuto molto anche il fatto che a fine libro c'è tutto l'elenco con i fiori e i loro significati *-*
    Bellissimo blog, ti seguo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me quella parte è sembrata un'ottima idea!!
      Ti ri-seguo a mia volta :-)

      Elimina