lunedì 31 dicembre 2018

I PREFERITI DI DICEMBRE 2018

Tutto quello che mi è piaciuto in questo mese




Cari lettori,
anche Dicembre è giunto al termine… e con lui il 2018! 
Ecco tutto quello che mi è piaciuto in questo mese, dai libri ai film, dalla musica alla poesia!



Il libro del mese



Nel post "The best of 2018", dedicato ad un recap del mio anno da lettrice, ho citato il racconto illustrato Canto di Natale, di Andrea e Giancarlo Vitali, che mi sembra perfetto per questo periodo. 


Andrea Vitali è l’autore di tanti bei romanzi ambientati a Bellano, la sua città natale, in alcuni periodi del passato. 


Giancarlo Vitali è stato invece un pittore residente nello stesso paese dello scrittore; l’anno scorso le sue opere sono state esposte a Palazzo Reale; lui, purtroppo, ci ha lasciato proprio quest’estate.


Canto di Natale è ambientato in un’epoca futura, nella quale i bambini non credono più ad alcun genere di favole. Così, per Babbo Natale, i Re Magi, la Befana, il Coniglio Pasquale, il Topolino dei Denti, la Cicogna che porta i bambini e tutti i protagonisti di tante belle storie non resta che una strada: ...la pensione!

Essi decidono infatti di rifugiarsi tutti quanti nell’ospizio Vistalago, con comode stanze personalizzate, sotto l’occhio vigile dell’ultracentenaria suor Suprema.

Un giorno, però, il postino Mercurio consegna un’inaspettata lettera a Babbo Natale. Essa è stata scritta da un bambino che non ha mai smesso di credere in lui e che gli chiede un grande regalo: il salvataggio di un bellissimo bosco che sta per essere sacrificato da qualche costruttore senza scrupoli.
Babbo Natale è in difficoltà: come esaudire una simile richiesta, per di più quando si è a riposo da molto tempo? Ci vorrà la collaborazione di tutto l’ospizio Vistalago…


In Canto di Natale c’è tutto quello che serve per una bellissima favola: tanti personaggi di fantasia, delle simpatiche aiutanti, un po’ di mitologia, tanta poesia, leggende che diventano realtà ed anche qualche necessaria frecciatina contro le istituzioni e la burocrazia, che hanno reso il mondo contemporaneo molto più noioso. La storia è accompagnata da bellissime tavole dipinte, una vera chicca per chi ama lo stile di questo pittore. 

Consigliatissimo per il periodo!



Il film del mese



Freddie Mercury è uno studente svogliato di origini pakistane che vive in Inghilterra e passa le sue serate ad osservare una band che si esibisce in alcuni piccoli locali. 

Una sera, egli decide di presentarsi e di far presente loro che anch’egli scrive canzoni. Il gruppo è appena rimasto senza cantante solista e Freddie chiede loro di metterlo alla prova. Brian May e gli altri hanno tanti dubbi, a partire dal carattere egocentrico del ragazzo, passando per il look, fino ad arrivare alla sua poco gradevole dentatura, ma decidono di fare un esperimento.

È così che ha inizio la carriera dei Queen, all’inizio catalogati come “band studentesca”. 

Il film Bohemian Rhapsody ripercorre l’ascesa del gruppo: la prima tournée negli Stati Uniti, il produttore che si è rifiutato di mettere il suo nome sulla canzone che dà il titolo al film (da lui giudicata invendibile), i grandi successi degli anni ‘70, il periodo di crisi nei primi anni ‘80, l’indimenticabile esibizione al Live Aid del 1985.

Insieme alla storia della band, la pellicola racconta anche le vicissitudini personali di Freddie Mercury, tra la scoperta della sua reale sessualità, il senso di solitudine che lo ha spesso travolto, le dipendenze, le amicizie sbagliate e, purtroppo, la scoperta della malattia che lo ha portato ad una fine precoce.


Tre, a mio parere, sono i punti forti di questo film.
Il primo è la straordinaria recitazione di Rami Malek, che riesce veramente a riportare alla vita anche Freddie Mercury; tutto il cast di questo film, comunque, è all’altezza dell’attore protagonista.
Il secondo sono le musiche originali dei Queen, anche live, e credo che non siano necessarie ulteriori spiegazioni.
Il terzo è il messaggio di fondo, legato all’innato senso di solitudine e diversità di chi è artista ed al fatto che la passione di una vita possa, ad un tempo, dannare e salvare.

Vi confesso che non mi ero più commossa così per un film dal pomeriggio in cui sono andata a vedere Coco.



La musica del mese



Per tradizione, la mia musica preferita di Dicembre è sempre quella natalizia. 
Tuttavia, ho già dedicato questo post alle mie canzoni di Natale preferite poche settimane fa, e non volevo ripetermi.


Ho pensato allora di parlarvi del mio “Spotify wrapped 2018”, ovvero delle classifiche di fine anno che Spotify, la famosa app di streaming musicale, prepara per ogni suo utente durante il mese di Dicembre.


Per quanto riguarda l’artista più ascoltato dell’anno, non è una sorpresa che si tratti di Taylor Swift, cantautrice nata con il country e diventata un successo del pop da qualche anno, che è sempre stata tra i miei preferiti in assoluto. 
Ho parlato di lei e dei suoi testi più belli in questo post.




Oltre a Taylor, tra i top artisti ci sono altri cantanti prevalentemente pop, sia italiani che internazionali.

Non mi sorprende trovare, al terzo posto della classifica, i 5 Seconds of Summer, band australiana dalle ispirazioni pop-rock, della quale vi avevo parlato nei miei preferiti di luglio.

Allo stesso modo, sapevo che in classifica ci sarebbe stata anche Francesca Michielin, autrice dell’album 2640, che vi ho presentato nei miei preferiti di gennaio.

Più inaspettata è la presenza degli One Direction (evidentemente sono una vera nostalgica delle loro vecchie canzoni), così come quella di Benji&Fede, ma... si vede che mi piacciono più del previsto!



Tra le canzoni più ascoltate ci sono ben tre brani dell’ultimo album di Francesca Michielin: E se c’era… (forse la mia canzone preferita del 2018), Noleggiami ancora un film e Io non abito al mare. 

Al terzo posto c’è una canzone di Camila Cabello, popstar cubana di cui ho parlato qui. Inside Out è un simpatico tormentone ed evidentemente non sono più riuscita a scordarmelo.

Mi lascia un po’ perplessa la presenza di Se parlassero di noi di Riki, ma bene così. Prossimamente su questi schermi, “Non sapevo di essere una romanticona”.




Prima che qualcuno possa farmi notare (giustamente, tra l’altro) che ho i gusti musicali della quindicenne media, vi faccio notare il mio “Successo del passato” preferito, ovvero alcune canzoni di Simon&Garfunkel. 
Le ho conosciute guardando il film Happy family, una simpatica e surreale commedia italiana, e ne sono rimasta molto colpita.



La poesia del mese



Per questo mese che porta sia il gelo dell’inverno che la magia del Natale ho scelto un componimento di Attilio Bertolucci, dal titolo Campagna d’inverno.


Inverno…
Giardini lontani fra nebbie
Nella pianura che sfuma
In mezzo alle luci dell’alba…
Cacciatori che attraversano un ruscello
Mentre uno stormo d’uccelli s’alza a volo
Laggiù quella casa
Che ospitale appare
Coperta di bianco
In un silenzio di fiaba
E attraverso i vetri
Si vede la fiamma
Nel caminetto vacillare.
I treni arrivano,
È domenica, è Natale?
Più non scende lieve
Sulla terra la neve.



Le foto del mese



Ecco il bellissimo (e buonissimo) dolce che abbiamo condiviso durante il pranzo dell’8 Dicembre con alcuni amici di famiglia: una ciotola fatta di croccante che contiene due golosissime creme (una classica ed una al cioccolato), un po’ di panna e frutta varia!



Sabato 15 sono andata al Teatro degli Arcimboldi ed ho assistito al musical Mamma mia!, con Paolo Conticini, Luca Ward e Sergio Muniz. Due ore e mezza di canti, balli e divertimento!



Questo è il nostro soggiorno la mattina di Natale… con tutti i pacchetti sotto l'albero!



Un trio inedito per Santo Stefano: Babbo Natale in relax, io e la mia amica Luana, tornata dall’Inghilterra per le vacanze!




Sono davvero curiosa di sapere come è stato il vostro Dicembre, come state trascorrendo questo periodo di feste e che cosa farete in questi giorni. 
Personalmente, vi saluto dalla casetta al mare di famiglia a Varazze, in Liguria… sono qui da due giorni, e devo dire che sono stati straordinariamente miti, tra sole e mare!

Aspetto i vostri commenti!
Nel frattempo vi faccio i miei migliori auguri per un inizio d’anno scoppiettante! 
Che il 2019 vi porti tanta felicità!
Grazie a chi mi ha seguito quest’anno...ci rileggiamo prestissimo!


18 commenti :

  1. La lettura migliore del 2018 l'ho fatta pochi giorni fa, il porto proibito, graphic novel (romanzo a fumetti, preferisco chiamarlo) che ti colpisce in pieno volto con diversi messaggi..Una storia triste, ma molto positiva alla fine, fa riflettere sul valore della vita, delle seconde possibilità, del nostro ruolo che può essere importante per le dinamiche di altre persone...
    Una bellissima lettura.
    Il film dei Queen ha fatto la storia, io me lo gusterò in dvd, ho già deciso di comprarlo :)
    Sulla musica ti devo fare ascoltare io un po' di roba buona :D :D :D :P

    Augurissimi di cuore, buona fine e buon inizio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Riccardo! Non conosco questa graphic novel, grazie per il consiglio! Accetterò volentieri i tuoi consigli musicali! Tanti auguri di buon anno 😉😉

      Elimina
  2. mi piace questo blog!!
    comunichi tanto buonumore..davvero!!
    e devi essere giovanissima..visti i tuoi gusti musicali.
    anche a me piace Taylor Swift..ma l'ultimo album non l'ho comprato..non mi ha entusiasmato per niente!!
    mentre adoro gli altri...la mia canzone preferita credo sia "dear John"e poi speak now è un album magnifico!!
    mi piacciono anche i 5 seconds of summer..di cui però ho ascoltato solo l'ultimo album..ed è davvero bello!
    per i film..sono una mia grande passione..ma non quelli che escono al cinema..

    un sincero auguri per l'anno nuovo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie di cuore per i complimenti!ho 29 anni, comunque!
      In effetti Reputation non è nello stile con cui Taylor ci ha abituato... io l'ho amato comunque, ma hai ragione, Speak Now non si batte! Quel disco è qualcosa di unico...
      Dei 5sos ti consiglio di cuore Sounds Good feels Good!
      Tanti tanti auguri di buon anno!!

      Elimina
  3. Ti faccio tantissimi auguri per uno splendido 2019 - e quel dolce alla frutta sembra meraviglioso. *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice! Il dolce era fantastico! Tanti auguri anche a te!!

      Elimina
  4. Cara Silvia, davvero un bel mese ricco di tanta arte e cultura, oltre che di famiglia e amicizia. Più di così! Buon anno, cara, di cuore.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinforosa! Hai ragione, il 2018 si è concluso bene, c'è tanto di cui essere grati! Tanti auguri di buon anno!!

      Elimina
  5. Cara Silvia, una bella serie per il mese di dicembre 2018.
    Ciao e rinnovo il buon anno 2019 con tutto il mio cuore, e con un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso!! Tantissimi auguri di cuore per un sereno 2019 💘

      Elimina
  6. Film assolutamente da non perdere e il dolce assolutamente wow ;)

    RispondiElimina
  7. Buon anno Silvia!😘🎆 Il dolce sembra delizioso 😋 e il musical Mamma Mia mi incuriosisce molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vanessa, buon anno! Il dolce era buonissimo! Mamma mia è stato davvero un bellissimo musical :-)

      Elimina
  8. Buon anno!!
    Tutti parlano bene del film Bohemian rapsody, prima o poi mi deciderò :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela! Spero che il film piacerà anche a te :-)

      Elimina
  9. Bohemian Rhapsody è piaciuto molto anche a me e sono contenta del riconoscimento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! Anche io sono contenta che abbia vinto dei Golden Globes :-)

      Elimina